Reserved Area Reserved Area
top8.jpg

Home page

Progetto Parimenti
Venerdì, 16 Marzo 2018 13:19

Tutte le informazioni contenute in questa pagina sono state tratte dal sito ufficiale del CSCA Centro Sovrazonale di Comunicazione Aumentativa.

Per ulteriori informazioni e rimanere sempre aggiornati potete consultare il loro sito: 
www.sovrazonalecaa.org

La collana ha lo scopo di sviluppare inbook favorendone l’accessibilità a un pubblico di lettori giovani adulti, pubblico fino ad ora poco considerato dall’editoria in questo ambito. Parimenti parte dal presupposto di offrire a tutti (tutte le menti) pari possibilità di accessibilità alla lettura e dunque alla conoscenza, premessa irrinunciabile per un esercizio attivo della cittadinanza.

Centro sovrazonale di comunicazione aumentativa
Milano e Verdello

Parimenti, proprio perchè cresco. Collana editoriale inbook per giovani adulti


Il coordinamento editoriale

La collana editoriale Parimenti. Proprio perché cresco nasce da un progetto condiviso tra edizioni la meridiana, casa editrice pugliese con 30 anni di attività alle spalle, il CDH/Accaparlante di Bologna e l’Associazione Arca Comunità “l’Arcobaleno” Onlus di Granarolo, Bologna. Gruppo che chiameremo nel seguito coordinamento editoriale.

La collana
La collana ha lo scopo di sviluppare inbook favorendone l’accessibilità a un pubblico di lettori giovani adulti, pubblico fino ad ora poco considerato dall’editoria in questo ambito. 
Parimenti parte dal presupposto di offrire a tutti (tutte le menti) pari possibilità di accessibilità alla lettura e dunque alla conoscenza, premessa irrinunciabile per un esercizio attivo della cittadinanza. Proprio perché cresco è la risposta al bisogno dei ragazzi di avere strumenti (in questo caso libri) adatti alla loro età e simili nei contenuti ai libri dei loro coetanei.

Il progetto PARIMENTI

La supervisione del Centro studi inbook

La collana Parimenti nasce con la supervisione scientifica del Centro Studi Inbook, che in Italia è garante del modello inbook e ne coordina gli sviluppi secondo un continuo confronto sviluppato secondo le evidenze scientifiche disponibili nei diversi campi della linguistica, della percezione visiva.
Il modello inbook è stato creato dal Centro sovrazonale di comunicazione aumentativa di Milano e Verdello e successivamente affidato al Centro studi inbook, in cui collaborano, oltre al Csca stesso, la Biblioteca Civica del Comune di Brugherio, la Rete biblioteche Inbook e i referenti delle équipe di traduzione.

La novità della collana Parimenti


è nei destinatari

L’editoria italiana ha fino ad ora investito poco su questa tipologia di testi e, quando lo ha fatto, ha scelto di rivolgersi soprattutto ai bambini, traducendo in simboli albi illustrati e libri per l’infanzia.
Mancano per questa ragione libri per giovani adulti da inserire anche in contesti scolastici ed educativi per coloro che, magari già abituati alla lettura in simboli, non hanno a disposizione libri più complessi sul piano della struttura narrativa, adatti alla loro età.

La scelta editoriale del coordinamento editoriale è allora quella di pubblicare classici della narrativa per ragazzi in versione inbook.
Il piano di collana prevede per il primo anno (ottobre 2017-ottobre 2018):

 • Il diario di Anna Frank
 • Dracula

Le illustrazioni e l’impaginazione utilizzata non sarà quella degli albi illustrati per l’infanzia, ma dei fumetti, dei manga, delle graphic novel, espressioni più vicine ai gusti degli adolescenti e dei giovani adulti. Questa scelta risponde al bisogno di attivare processi culturali di inclusione, premessa di una cittadinanza attiva da parte di tutti, che passa attraverso la lettura e fa così cadere il presupposto per cui i ragazzi con disabilità non possono accedere alle pagine della letteratura.

Perché è stato fatto il finanziamento collettivo?

L’esistenza degli inbook e l’accesso alla loro lettura, sta conoscendo una diffusione crescente, grazie soprattutto al lavoro del Centro sovrazonale di comunicazione aumentativa, della crescente Rete delle biblioteche inbook e a iniziative editoriali che nel corso dell’ultimo anno hanno visto una vera e propria esplosione.
Tuttavia il circuito in cui questa conoscenza è sviluppata è ancora in qualche modo specialistica, e concentrata territorialmente fra Lombardia ed Emilia Romagna, anche se la rete delle biblioteche si estende da Bolzano a Foligno e contatti sono attivi in tutto il Paese.

Il coordinamento editoriale ha allora pensato che l’esistenza di questi libri per ragazzi debba essere diffusa e sostenuta da uno sforzo che parta dal basso, mettendo in rete famiglie, scuole, biblioteche, librerie e rendendoli così promotori e divulgatori dell’opportunità di ridurre le diseguaglianze sociali che il mancato accesso alla lettura determina. Il finanziamento collettivo è stato ritenuto lo strumento che permette di raggiungere questo obiettivo, implicando una modalità di partecipazione allargata che consente di far conoscere quanto più possibile gli inbook e il progetto prima di giungere alla sua vera e propria realizzazione.

 
  Seguici su facebook   Info Privacy e Cookie