Reserved Area
top0.jpg

Come sostenerci

Home page

Sviluppo psicomotorio e cognitivo
Martedì, 14 Gennaio 2014 15:38

Lo sviluppo psicomotorio ed intellettivo è ritardato. Come per le curve di accrescimento, sono disponibili tabelle specifiche che identificano il range di variabilità di acquisizione di ciascuna delle principali tappe di sviluppo (stazione seduta, primi passi, prime parole, ecc.) nei bambini con CdLS. (>Consulta la TABELLA PER LO SVILUPPO PSICOMOTORIO)

E' necessario segnalare che queste tabelle sono state costruite utilizzando dati raccolti 20 anni fa, quando non era nota l'ampia variabilità di espressione, anche a livello del grado di compromissione intellettiva, dei soggetti CdLS.
La severità del ritardo risulta variabile, sebbene solitamente sia nel range del ritardo medio/medio-grave. L'aumento delle conoscenze sulla CdlS negli ultimi 20 anni ha permesso di dimostrare l'esistenza di una quota di pazienti (pari a circa il 20%) che presentano uno sviluppo funzionale migliore con sviluppo cognitivo borderline o un ritardo di grado lieve.
Una caratteristica tipica delle persone con CdLS è un'importante compromissione delle capacità espressive verbali, mentre la capacità di comprensione risulta meno compromessa. Secondo una ricerca americana il 25-30% delle persone con CdLS non svilupperà alcuna comunicazione verbale (non talkers)  mentre


il 20-25% la acquisirà in modo limitato e con estremo ritardo (limited talkers). Risulta quindi fondamentale fornire a queste persone dei canali di comunicazione alternativa a quella verbale, utilizzando per esempio un approccio di Comunicazione Aumentativa Alternativa.


Sul piano comportamentale sono segnalate scarsa capacità di attenzione/concentrazione ed iperattività; è inoltre descritta la possibile presenza di comportamenti auto- ed etero-aggressivi. La frequenza e la gravità di queste problematiche sembra presentare una correlazione positiva con la gravità del ritardo mentale. E' importante ricordare però che è sempre necessario verificare che il disturbo comportamentale non sia la conseguenza della presenza di dolore derivante da complicanze mediche misconosciute e non trattate (esofagite, otite, patologia dentale, dolore a carico delle anche) a causa della difficoltà di espressione verbale. E' stata infine segnalata nei soggetti giovani-adulti la possibile insorgenza di disturbi ansiosi ed ossessivo-compulsivi.

Queste problematiche comportametali, quando presenti, necessitano di un inquadramento e di un trattamento in ambito specialistico.

 

 

  Seguici su facebook   Info Privacy e Cookie